sabato, 18 Maggio , 24

Maria Chiara Giannetta: Blanca mi ha insegnato a buttarmi nella vita

video newsMaria Chiara Giannetta: Blanca mi ha insegnato a buttarmi nella vita

L’attrice torna in “Blanca 2” dal 5 ottobre su Rai 1

Roma, 2 ott. (askanews) – Il suo entusiasmo nell’affrontare la vita e ogni sfida; il suo coraggio e la positività che l’aiuta a superare ogni ostacolo, anche l’aver perso la vista quando era piccola. La serie tv “Blanca” con Maria Chiara Giannetta ha conquistato il pubblico televisivo facendo record d’ascolti e adesso torna su Rai 1, dal 5 ottobre, in prima serata, con “Blanca – Seconda stagione”, per la regia di Jan Maria Michelini e Michele Soavi.Sempre in compagnia del suo fedele cane Linneo, Blanca si trova ad affrontare maggiori responsabilità, è diventata a tutti gli effetti consulente della polizia. Maria Chiara Giannetta: “Blanca quest’anno dovrà imparare a essere un po’ più adulta di quello che non vorrebbe essere e quindi cresce per forza di cose e dovrà guardare al di fuori di sé, non fermarsi più su quello che è lei; da stagista, il diventare consulente la aiuterà anche nel lavoro ad avere più responsabilità”.Tornano i compagni d’avventura: dall’ispettore Liguori, Giuseppe Zeno, a Sebastiano, Pierpaolo Spollon; dal padre Leone, Ugo Dighero, a Lucia, interpretata da Sara Ciocca. Ma ci saranno anche nuovi personaggi, e si parte subito con un grosso caso da risolvere: Polibomber, un attentatore seriale che semina il panico a Genova. Blanca in questa stagione inizia anche ad accettare di più i suoi limiti e impara a farsi aiutare. Sul suo personaggio l’attrice ha raccontato: “Blanca mi ha sensibilizzata tanto a livello emotivo, mi ha aiutata a mettermi nei panni degli altri, c’è questa citazione di Platone che mi piace tanto e che dice: ‘Ogni volta che incontri qualcuno, pensa alle guerre che sta combattendo’; quindi a prescindere, senza giudicare l’altro. Blanca mi ha aiutata tanto a pensare a questo; poi c’è tutta la cerchia istintiva, il prendersi dei rischi, piuttosto che restare fermo, mi ha insegnato a buttarmi”.Una serie particolare anche a livello di estetica, colori, musiche, di racconto, attraverso i sensi di Blanca che la aiutano a orientarsi in un mondo che non vede. Sara Ciocca: “Io penso abbia una luce diversa Blanca, ha una colonna sonora diversa rispetto al panorama italiano della tv, i colori, la musica, è una ragazza sveglia, nuova, e soprattutto tratta argomenti delicati e odierni come la disabilità; e penso siano trattati con molta delicatezza e profondità”.

Check out our other content

Check out other tags:

Most Popular Articles