giovedì, 30 Maggio , 24

Sogin a Ecomondo: “Contribuiamo allo sviluppo sostenibile del Paese”

video newsSogin a Ecomondo: "Contribuiamo allo sviluppo sostenibile del Paese"

La società dello Stato a Rimini presenta le sue attività

Rimini, 10 nov. (askanews) – Contribuire allo sviluppo sostenibile del Paese attraverso le attività di smantellamento degli impianti nucleari e di bonifica ambientale industriale. E’ l’obiettivo che Sogin porta avanti dal 1999.”Sogin è una società dello Stato – ha spiegato Marco Sabatini Scalmati dell’ufficio stampa Sogin – che ha il compito di smantellare gli impianti nucleari italiani, gestire i rifiuti radiattivi e localizzare, realizzare e gestire il deposito nazionale dove conferire tutti questi rifiuti, non solo quelli prodotti dagli smantellamenti dei nostri impianti, ma anche quelli che vengono prodotti quotidianamente nella medicina nucleare, nell’industria e nella ricerca”.Questo genere di rifiuti “non nucleari” rappresentano il 40% del volume complessivo da trasferire al Deposito nazionale gestito da Sogin, come ricorda Paola Maoddi, impegnata sulla Sostenibilità del gruppo Sogin. “Nelle nostre attività, applichiamo i principi dell’economia circolare, attraverso la minimizzazione dei rifiuti, arrivando a recuperare quasi il 90% dei materiali prodotti dallo smantellamento. Inoltre, nelle attività di bonifica ambientale, ci occupiamo degli ecosistemi in cui avviene la bonifica ripiantumando e rinaturalizzando le aree al termine delle nostre attività”.Le attività del gruppo Sogin sono state presentate alla fiera internazionale di Ecomondo a Rimini. “Facciamo prima un lavoro di progettazione, poi di smantellamento vero e proprio – ha proseguito Sabatini Scalmati -, ma nel fare questo ci sono tutta una serie di attività collaterali, per esempio il monitoraggio ambientale, tutte le attività che ci permettono di lavorare in sicurezza, non solo per i nostri lavoratori, i nostri tecnici, ma anche sicurezza rispetto alla popolazione che vive intorno agli impianti e alla tutela dell’ambiente che preserviamo in ogni attività che svolgiamo”.Un esempio di bonifica ambientale condotto insieme alla società controllata Nucleco è quello dell’ex poligono di tiro di Punta della Contessa in Puglia, come ha ricordato Maoddi: “Attraverso questa attività abbiamo bonificato un’area di 6 ettari, è stata una bonifica di terra e di mare e al termine dell’attività conclusa a settembre di quest’anno abbiamo anche ripiantumato 300 piante autoctone. In questo modo abbiamo garantito che ci fosse la biodiversità precedente alle attività di bonifica”.

Check out our other content

Check out other tags:

Most Popular Articles