venerdì, 31 Maggio , 24

The Spirits Club: Formazione e informazione sono le fondamenta

video newsThe Spirits Club: Formazione e informazione sono le fondamenta

“Su cui lavoriamo con i nostri nuovi consulenti”

Roma, 22 nov. (askanews) – Le novità spaventano, ma i più intraprendenti spesso si sentono incuriositi e incoraggiati e, si sa, la fortuna aiuta gli audaci.L’audacia della società The Spirits Club, che ha capito ilpotenziale degli investimenti nel mondo dei distillati pregiati,così, è riuscita a crescere ulteriormente, portando a nuoviimportanti sviluppi il suo percorso, aprendo nuove collaborazionicon consulenti finanziari e agenti immobiliari in Italia eall’estero. Questo “legame” che l’azienda è riuscita a creare èil risultato dei passi avanti fatti nel settore finanziariotradizionale, riuscendo ad aprire le porte a un nuovo mondo diopportunità di investimento nei distillati pregiati, oltre cheessere la dimostrazione dell’affidabilità dell’operato edell’ottima opportunità di investimento, al punto è che perfinole banche, le assicurazioni e le fiduciarie hanno chiesto dipoter inserire questa tipologia di investimenti fra quellitradizionali. Da qui le nostre molteplici collaborazioni, simbolodell’efficienza e della lungimiranza di The Spirits Club:Marilisa Rutigliano, Direttore Esecutivo, ha sottolineatol’importanza di queste nuove collaborazioni con consulentifinanziari e agenti immobiliari, perché “queste partnershipstanno contribuendo a espandere ulteriormente l’accesso agliinvestimenti nei distillati pregiati, creando una rete diprofessionisti in grado di offrire questa opportunità ai loroclienti”.Le collaborazioni con i consulenti finanziari italiani e leassicurazioni italiane sono già state siglate, aprendo la stradaa una maggiore diffusione di questa tipologia di servizio, e ciòsignifica che i consulenti finanziari potranno proporre ai loroclienti non solo gli investimenti tradizionali delle banche, maanche l’opportunità di puntare e investire nei distillati di altaqualità. Nonostante sia un’iniziativa “fresca” e giovane, poichéavviata solo la scorsa estate, ha già portato a numerosecollaborazioni con diverse banche e assicurazioni, che hannocompreso la crescita e le possibilità offerte da un serviziofunzionale come quello offerto da The Spirits Club.”L’investimento nel distillato si è ormai radicato nella finanzatradizionale, aprendo le porte a una più ampia base diinvestitori – evidenzia Rutigliano -. Questo rappresenta un passosignificativo nella crescita della società e nella diffusionedell’investimento in distillati di alta qualità, già radicatisolidamente nella mentalità inglese e americana”. Infatti,Rutigliano ha sottolineato anche l’ampliamento della rete diqueste partnership, che non riguardano solo l’Italia, il RegnoUnito e gli Stati Uniti, ma il loro lavoro presto toccherà moltezone d’Europa, come la Spagna, la Germania e la Francia, chedesiderano avvicinarsi ad un business vantaggioso, dimostrandoquanto l’espansione sia un segnale positivo della crescenteaccettazione dell’investimento nel distillato a livellointernazionale. I consulenti che si avvicinano al mondo di TheSpirits Club, inoltre, sono seguiti passo dopo passo nel periododi formazione: “Cerchiamo di dare gli strumenti adatti aiconsulenti della nostra rete affinché, a loro volta, siano capacidi dare il giusto supporto e le giuste informazioni ai loroinvestitori – aggiunge Rutigliano-. In molti non sanno chedeterminati whisky in bottiglia possono costituire un portafoglioaltamente remunerativo e che ha aumentato il suo valore in modoesponenziale, anche rispetto ad altri beni su cui comunemente sisceglie di investire. È per questo che facciamo un periodo diformazione e, soprattutto, “informazione”, perché a volte è soloquella che manca”.Le nuove collaborazioni con i consulenti, quindi, stanno aprendonuove opportunità per gli investitori, dimostrando che “se c’è lavolontà di offrire qualcosa di innovativo e di positivo, bastasolo formarsi e non essere intimoriti, perché i benefici delmondo dei distillati sono innumerevoli, e il tempo ci sta dandoragione” conclude Rutigliano.

Check out our other content

Check out other tags:

Most Popular Articles